domenica 14 ottobre 2007

ripariamo con degli esami

Non capisco. Perché lamentarsi degli esami di riparazione?

Furono tolti e furono inseriti i crediti, che permettevano ai ragazzi di andare avanti negli studi avendo debiti formativi in varie materie, cosa che avrebbe pregiudicato il voto finale ma non avrebbe pregiudicato la perdita di anni.
In pratica succede che con due/tre materie a cui si aveva il debito si può tranquillamente arrivare in quinta, e passare all'esame, avendo anche qualche punticino di bonus nella formula 20+45+35+5(eventuali). E non importa se questa materia è Educazione Fisica o Matematica. Alla fine un italiano può attualmente avere il diploma di ragioniere con serie difficoltà in economia aziendale e matematica. Due materie, cui ci si può permetteredi conservare un debito.

E invece no. L'esame di riparazione serve appunto per verificare che non esistano le lacune degli studenti. E' un modo per far sì che chi effettua la classe quarta conosca il programma di tutte le materie (o meglio, è sufficiente in tutte le materie) della classe terza. E così è giusto. Non si può pretendere che un ragazzo recuperi il programma dell'anno precedente, studi per l'anno in corso e si tenga al passo con tutte le materie. Se trovati insufficienti è giusto che d'estate si studi.

Anni fa, quando vennero tolti gli esami di riparazione, c'erano studenti che si lamentavano in piazza. Adesso che vengono rimessi ci sono studenti che si lamentano in piazza. La voglia dello studente di lamentarsi è sempre stata alta. Ma guai, agli adulti, a ascoltare troppo le loro frivole ragioni. Da esterno, essendoci passato da pochi anni, dico: viva gli esami di riparazione.

1 commento:

Giuseppe ha detto...

come non essere d'accordo con te. Ma i genitori di questi ragazzi che scioperano perche' non vogliono studiare ( alla fine e' per questo che scioperano ) dove sono? Cosa ne pensano del fatto che il loro figlio sta scioperando perche' non vuole studiare per 9 mesi e non vuole neanche essere bocciato?